Titolo foto: Istituto Vittoria Razzetti
Autore foto: sconosciuto
Fonte: archivio personale di Ruggero Manara
Anno: 1955
Cartolina viaggiata 15.04.1955
Tommasi Maria Parma
veduta del cortile interno

35 COMMENTI

  1. I bambini erano costretti a seguire i funerali di gente facoltosa. Calzavano zoccoletti anche in inverno, erano vestiti con panni leggeri ed io avevo freddo per loro quando li vedevo passare. Che tristezza!

    • non credo fosse stato un istituto ,lo considero un posto in cui mettevano figli di famiglie disastrate .
      siamo stati all’istituto (io e mio fratello ) negli anni 69 – 70 .
      l’unico ricordo bello e’ il periodo estivo (1 mese ) che ci portavano sopra il lago d’iseo a Cislano (Zone) .

  2. come istituto era molto severo …molto ! Oserei dire quasi un riformatorio ! , l’unica cosa positiva e’ che si andava in estate a Cislano (Zone) sul lago d’iseo , parlo anni 68-70 .

    • io entrai nel gennaio 1954 non avevo ancora 7 anni li avrei compiuti a giugno mi chiamavano lola,se qualche mia compagna mi riconosce ne sarei contenta..

  3. Sono entrato nel 1956 fortuna mia è stato rimanerci solo 7 giorni perche mia madre si è pentita di avermi messo in collegio e mi ha portato a casa .ma era un lager 450 bambini affamati e c’era poco da mangiare ma volavano spesso scappelootti

  4. Io ci sono stato 7 anni .ne portò ancora i segni era come un campo di concentramento!! Terribile. Infanzia bruciata!

  5. Anche io ci sono stato andavo in bagnino a piangere e pensavo che cosa avessi fatto di male . Per avermi messo in un posto così orribile !!!!!!!!!

  6. salve a tutti sono un ex alunno che ha frequentato questo istituto dal 1968 al 1971, qualcuno di voi ha conservato fotografie o altro materiale? grazie

    • una foto di gruppo la dovrei avere ancora in giro , dovrei andare a rovistare nelle foto d’epoca…..
      comunque ero in collegio nello stesso periodo 1968 /1970 ….avevo come suora “suor Clementina”

      • Sono stato anche io in collegio in quegli anni….mi ricordo perfettamente di suor clementina….un donnone di suora…..io ero nel gruppo di suor carolina… E poi Suor guida,suor rosa e la maestra di canto Belleri Mario Spina

  7. Ciao a tutti, io sono stato al Razzetti per tre anni, dal 63 al 66, ricordo gli schiaffi se non mangiavi due pani a pasto, le bacchettate sulle mani se erano sporche d’inchiostro, le mutande sulla testa se avevi la “bolletta” di pipì o pupù, e poi la punizione se ti permettevi di guardare una bambina. Io ero nel gruppo ” San Luigi Gonzaga, di suor Battistina. Esperienza che mi ha temprato, certo era meglio non esserci andato.
    PERCHE’ NON CI TROVIAMO A CHIACCHIERARE DI QUEGLI ANNI, MAGARI DAVANTI AD UNA PIZZA?
    cERCATEMI SU FACEBOOK, IO SONO Vittorio Walter Pezzoli. cIAO A PRESTO

  8. Mi presento: io sono Claudio e in quel istituto ci sono stato 2 volte anni 70 e 73/4 purtroppo ed è vero ti segna il resto della vita…. ho ancora vivo il ricordo ed il dolore quando a (zone) una delle suore mi strappava i denti a mani nude e le botte

  9. Io ci sòno stato dal 59 al63 serbo ottimi ricordi,nel senso che mi ricordo bene di come eravamo trattati,peggio di un lager nazista,botte tutti i giorni,di Zone mi ricordo l’olio di ricino!! colazione con latte in polvere,quello lasciato dagli americani,dovrei scriverci un libro….

    • Caro amico di sventura mi chiamo Giuseppe Sgarzini e sono stato alla Razzetti dal 1957 al 1963.
      Ma che razza di suore erano mai quelle. Ci educavano solo con la violenza fisica e psicologica.
      Penso che avrebbero dovuto avere più rispetto per noi perchè non eravamo affatto figli loro.
      Se fossi statoDIO LE AVREI FULMINATE. Un caro saluto a te e a tutti gli ex collegiali.

  10. Ciao a tutti ,che tristezza…io ho passato la mia infanzia dal 1986 …grazie per le belle esperienze che quello istituto mi ha lasciato.Ricordo i pesci rossi,i reffettori,
    il campo da calcio,il teatro,i miei compagni….amo quel istituto ….

  11. Ciao a tutti mi chiamo Alessandro sono entrato in quell’inferno nel 1978 insieme a mio fratello Enzo, credo di non aver passato un periodo peggiore in tutta la mia vita, i ricordi sono tanti alcuni nitidi altri offuscati, sembra incredibile ma ancora oggi quando passo davanti all’istituto ho dei sussulti, non voglio raccontare di più chi lo ha vissuto in quel periodo sa di cosa parlo, anche io purtroppo porto ancora i segni dio quel passaggio.

  12. salve sono Bracigliano maria e ho frequentato listituto dal 71 al 76 e volevo chiedere se avete qualche foto ricordo grazie di cuore

  13. ciao mario come vedi anche io sono stata negli stessi anni che sei stato tu e mi ricordo parecchie cose nn solo brutte ma anche belle come il teatrino e anche altro ciao

  14. in quel cortile ci giocavamo poi a carnevale ci vestivano poi cera anche il piccolo teatro io mi ricordo che ballavo da ballerina pero cera molta severita ma altre cose brutte lette qua sopra nn le ricordo proprio la mia suora era suor clementina

  15. Io sono stato in quel LAGHER negli anni 68/70 l’unico ricordo bello è stato quello del giorno in qui me ne sono andato quando racconto come ci trattavano mi viene da piangere e sono passati 50 anni e mi rode che nessuno mi crede forse quelle “carissime suore”ci vorrebbero nelle scuole oggi. Un saluto a tutti gli ex compagni del Razzetti.

  16. Io sono stato in questo collegio negli anni 54-55, se c’è qualcun’altro che è stato nel collegio in quel periodo avrei piacere di mettermi in contatto con lui. In particolare, mi ricordo di un ragazzo (mi sfugge il nome) che abitava a Goito in provincia di Mantova.

  17. Io sono stato in questo collegio negli anni 54-55, se c’è qualcun’altro che è stato nel collegio in quel periodo avrei piacere di mettermi in contatto con lui. In particolare, mi ricordo di un ragazzo (mi sfugge il nome) che abitava a Goito in provincia di Mantova.

  18. Mi chiamo Alfredo e sono stato al Razzetti dal 75 al 79, la mia maestra si chiamava Maddalena Perrini, la mia suora era suor Clementina, ricordo alcuni nomi di chi era in classe con me, Sbaraini, Porzio, Ghisi, Parigi,
    De vivo, e tanti altri. E’ vero che ci portavano al cimitero ad assistere ai funerali,ed era abbastanza scioccante, per il resto non era poi così terribile,ogni suora aveva 40 bambini, e qualche sberla era inevitabile, ma sono sempre stato trattato bene, c’era il teatro, il campo da calcio, le attività pomeridiane come musica o sculture con la plastilina. giocavamo con le biglie di vetro ai piedi di un pino nel cortile,
    Non ho un brutto ricordo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here