Un tempo era molto in voga “IL PALO DELLA CUCCAGNA” specialmente nelle sagre di paese o nelle feste all’Oratorio. Si infilava un lungo e robusto palo in terra, lo si ingrassava ben bene e squadre composte da quattro o cinque ” temerari ” si sfidavano a chi arrivava primo in cima. La salita era dura e faticosa e qualcuno si serviva della cenere che teneva in tasca per strofinarla sul grasso del palo e renderlo meno scivoloso. Giunti alla sommità si staccava poi la busta che conteneva il nome del premio vinto. Di solito era una porchetta o polenta e salamini che poi venivano consumati in compagnia . L’ultima volta l’ho visto all’Oratorio di Cologne nel 1979

5 COMMENTI

  1. Negli anni 50-60 a GUSSAGO – durante la FESTA DELL’ORATORIO, ad Ottobre – il palo presentava sulla sommità (distribuiti in circolo lungo un cerchio o cerchione da bicicletta) direttamente i premi in palio; in genere alimenti o commestibili utilizzati poi per la cena comune.

  2. Ciao Silvia nel nord italia la cuccagna e ancora molto presente si ci sono regole da rispettare ma squadre come la mia sono in regola tutto omologato ed assicurato se ti interessa contattami ciao ciao

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here