Secondo la tradizione il 30 e 31 Gennaio ed il primo di Febbraio sono i giorni più freddi dell’anno e vengono chiamati I GIORNI DELLA MERLA per via di una antica e tuttora conosciutissima leggenda che spiega come mai i merli sono neri.
Si racconta che al tempo in cui i merli erano bianchi ci fu un Gennaio così mite da far credere a tutti che la primavera avesse anticipato il suo ritorno .
Gli ultimi giorni del mese una merla, ormai sicura di non aver più nulla da temere , iniziò a fare il nido. Gennaio la rimproverò dicendole che era troppo presto ma lei lo schernì : “Caro Gennaio, non mi fai più paura con quei due miseri giorni che ancora ti restano”.
Colpito nel vivo il mese andò dal fratello Febbraio e lo pregò di prestargli un giorno per mettere a tacere la merla insolente alla quale rispose:
“Dù ghe i ho, giù el presterò, da bianco che ta serèt , negra tè farò
(Due li ho, / uno me lo farò prestare, / da bianca che eri / nera ti farò).
E Gennaio scatenò l’indomani tre giorni di neve e di gelo.
La povera merla dovette ripararsi dentro un camino. Riemerse a bufera passata, ma si ritrovò nera come un corvo…
(Immagine e descrizione inviate da Luisa Lamberti)

CONDIVIDI

6 COMMENTI

    • Ci sono due versioni della leggenda ma il proverbio bresciano che ho riportato dice che gennaio si fa prestare un giorno da febbraio . Comunque non è un grosso problema! In alcune zone della Lombardia e dell’Emilia dicono che sono il 29, 30 e 31, i nostri studiosi di folklore optano per l’altra versione. Vedi tu…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here