Più avanti, in corso Mameli c’era una rosticceria che faceva la miglior pizza (tonda) a taglio di Brescia. Una fetta gigantesca 150 lire, c’era di tutto: olive, carciofini, cipolle, capperi, acciughe, prosciutto, salame, salsiccia ed altro ancora. Era talmente carica che finivi per mangiare anche con la faccia e la camicia. Poco male, una corsa verso la Pallata, una pulitina e bevevi pure gratis. (Testo e immagine inviate da Leo Spanu)

12 COMMENTI

  1. Sono nato due anni dopo questa foto, ma ricordo che ero babino quando attorno alla Pallata potevi trovare “Gianni vigile”, un tipo strampalato ma innocuo, che con gran gesti dirigeva il traffico senza che ve ne fosse necessità.

  2. Me lo ricordo anche io Gianni vigile e la rosticceria in via Mameli esiste ancora. Ricordo anche le pizzette meravigliose del bar della piazzetta! Erano la mia merenda quando andavo nella cartoleria del mio bisnonno proprio sull’angolo di via Pace

  3. Ero ragazzo e prendevo l’autobus N.1 per andare a scuola..e spesso in Corso Garibaldi saliva Gianni il Vigile…Gianni si metteva in parte al conducente e vegliava sulla strada arrabbiandosi con chi parcheggiava ostruendo il passaggio del Bus…era una persona buona e porto di lui un bellissimo ricordo!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here